0
elfriede008

Gigantesche si muovevano le ruote del grande ingranaggio.  E la sua ossessione tornò a colpirlo.  Giorno e notte si chiedeva dove fosse racchiuso il tempo.

Risucchiata dai buchi di vuoto che noi creiamo con il nostro egoismo, nell’illusorietà di un piccolo benessere e di una fragile felicità.